Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per fini statistici e per facilitare la navigazione. Proseguendo la navigazione se ne accetta l'utilizzo.

ULTIME NEWS

07.05.20

DIVERSAMENTE INSIEME: LABORATORIO “POTENZIALMENTE”.

Fin dall'inizio dell' emergenza sanitaria causata dal Covid 19, l’Associazione Vivere, ha attivato per le persone con disabilità delle proposte alternative agli incontri e ai laboratori svolti di persona nelle sedi. Allo scopo di mantenere le relazioni interpersonali preesistenti ha individuato nelle chiamate telefoniche e/o videochiamate uno strumento immediato per coinvolgere e mantenere il rapporto di amicizia tra le persone.

Si è cercato inoltre di offrire degli spazi on-line in cui le persone con disabilità, potessero ritrovarsi e avere la possibilità di entrare in relazione e condividere sentimenti ed emozioni. Uno spazio d’incontro piacevole che eviti l’instaurarsi delle conseguenze psicologiche negative dovute all’isolamento prolungato.

Nasce così il laboratorio “POTENZIALMENTE” che ha lo scopo di mantenere attive il più possibile le funzioni mentali tra cui la memoria, il ragionamento, la logica, ecc. Questi incontri iniziati giovedì 7 maggio hanno cadenza settimanale, saranno solamente tre e a titolo sperimentale. Sono elaborati e condotti da due giovani psicologhe Valentina Ferrua e Rebecca Bazzani.

Al termine del laboratorio verrà fatta una valutazione sull'interesse dimostrato dai partecipanti e sarà possibile proseguire o riprenderlo in autunno.

Il laboratorio da la possibilità di interagire immediatamente con le conduttrici dell'attività sia verbalmente che per scritto.

CONCLUSIONI LABORATORIO “POTENZIA-L-MENTE”

L’iniziativa ha suscitato interesse sia da parte dei ragazzi sia delle famiglie. Dopo un primo momento di conoscenza del gruppo, le psicologhe, attraverso, disegni, parole, storie, hanno offerto stimoli che aiutassero i partecipanti a “pensare”.

Lo scopo è stato quello di mantenere attive le funzioni della memoria e in particolar modo quelle legate all’orientamento spazio temporale e alle abilità di tipo visuo-percettivo. L’indice di gradimento da parte delle famiglie è stato buono, nonostante le difficoltà legate al remoto e quindi all’impossibilità di avere una relazione diretta e più immediata tra le persone.

Qualche difficoltà si è registrata nei tempi di risposta, che per alcune persone sono stati più lunghi e quindi l’ora prevista a volte è stata insufficiente per dare spazio a tutti.

Torna a NEWS

  PRIVACY

  COOKIES

  Adempimenti agli obblighi di trasparenza e pubblicità: 2018 e 2019.

TOP